Stampa

....Anche in coppa Italia

Scritto da Aiazza Franco. Postato in Storia

Ma la stagione non è ancora finita e ci aspetta la Coppa Italia. Prima partita per i quarti di finale di Coppa Italia a Colorno e vittoria per manifesta superiorità. Si va al concentramento che porterà la prima finalista per la conquista della coppa Italia . Il concentramento è organizzato a Vercelli che offre ospitalità alle altre tre squadre. Il concentramento prevede lo scontro tra Steelers Vicenza - Genova e tra C.L.A. Vercelli - Yankees Bologna il sabato e tra le due vincenti la domenica.

La formazione bolognese forse patisce troppo l'assenza di un loro forte lanciatore, quella vercellese sa di affrontare un team molto quotato, ne risulta che i bicciolani giocano concentrati, chiusi e motivati fino alla fine imponendosi con ben quattro fuoricampo (Silva, Parisi, Caffi e Natalini) mentre gli avversari non riuscono a passare la difesa cittadina che è molto efficace, bravi Parisi e Natalini sul monte di lancio, quindi conpunteggio di 14 a 2 CLA conquista il turno successivo.

La formazione vicentina vince la sua partita in rimonta. Purtroppo per Benetti e compagni gli Steelers Vicenza aveva si battuto il Genova con una bella rimonta ma non aveva impressionato o meglio intimorito a sufficienza i bianco-rossi che, domenica cominciano l'incontro senza la giusta concentrazione, forse convinti di passare l'ostacolo agevolmente ma dopo poche riprese di gioco, quando i veneti conducono 6 a 0 devono ricredersi.

L'atteggiamento generale subisce un drastico cambiamento, Benetti opera alcune sostituzioni e i giocatori trascinati da Silva, Capuozzo e da un egregio Caffi Matias in rilievo sul monte cominciano a reagire, in sostanza la difesa torna ad essere efficace e non concede più punti agli avversari mentre l'attacco accorcia le distanze inning dopo inning e alla nona ripresa CLA Vercelli batte gli Steelers Vicenza 7 a 6 e conquista la finalissima per la Coppa Italia di categoria. Nello stesso fine settimana a Roma si viene disegnata l'altra finalista che, ironia della sorte, è un'altra formazione Bolognese Minerbio B.C. quindi per i vercellesi il prossimo e ultimo ostacolo sarà nuovamente targato Bologna.

La federazione si è già espressa ed ha stabilito che la finale sarà giocata il sabato successivo a LODI. Inizia la partita con CLA al turno d'attacco e Caffi, primo in battuta, non perde occasione di mettere a segno il suo primo valido della giornata, a seguire altrettanto fa Silva che spinge a casa il primo punto di Capuozzo. Il lanciatore del Minerbio si è dimostrato uno dei più capaci tra quelli incontrati quest'anno e nella seconda ripresa infligge tre K (eliminazioni al piatto) ai bianco-rossi che continuano a condurre di una sola lunghezza.

Parisi Angelo, lanciatore partente della CLA, lavora egregiamente senza concedere alcun punto. Le due formazioni sono molto equilibrate, nel terzo inning quando con due uomini in base è il turno di Ernesto Wong in battuta per Vercelli, la formazione emiliana decide di concedere la base intenzionale ma uno dei lanci, se pur abbondantemente fuori dalla zona, è troppo appetitoso per il professionista cubano che scaraventa la palla tra i due esterni così a fine terzo i piemontesi conducono 4 a zero. Gli animi si scaldano e i giocatori del Minerbio, dopo che uno di loro è sorpreso fuori base con una palla nascosta, entrano in contestazione, l'arbitro minaccia alcune espulsioni che si realizzano poi poco più tardi, al quinto Vercelli conduce 5 a 1 e Parisi cede il posto al bravo Caffi che con due out e due basi occupate sorprende un avversario fuori base e chiude la ripresa.

La sesta ripresa a zero per entrambi, ma alla settima i ragazzi allenati da Benetti incrementano ancora il vantaggio di altre due lunghezze e gli avversari non riescono a colmare il vuoto. Al nono altri tre punti per CLA Vercelli che si aggiudica la finalissima per 10 a 1. Applausi, abbracci e molta felicità tra la formazione cittadina che ha chiuso una stagione davvero memorabile, vincendo il girone, gli spareggi, i play-off che l'hanno promossa in B ed infine anche la Coppa Italia, davvero bravi. Purtroppo dobbiamo registrare con dispiacere alcuni giocatori che hanno abbandonato durante la stagione, forse con questi risultati e con una stagione che si preannuncia piena di opportunità era il caso di pensarci.